Per questa edizione di #cucineinsincrono abbiamo scelto come tema le vellutate funzionali. La vellutata è comodissima e direi anche molto gradita con queste temperature. A secondo della composizione può essere considerata un piatto unico (se prevede una fonte proteica come latticini, uova, carne, legumi o pesce) oppure un contorno o un primo. Ma veniamo agli ingredienti e al procedimento.

Come ingrediente principale ho scelto il sedano rapa e vi spiegherò dopo il perchè. Comunque andando per ordine per questa ricetta ho usato:

  • un sedano rapa
  • un porro grande
  • una piccola patata
  • le foglie più esterne di un cavolo nero
  • semi di cumino q.b.
  • un ravanello croccante
  • brodo o acqua
  • semi di zucca
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine di oliva

15992162_10154912191529334_1006657706_o

PROCEDIMENTO:

  • Mondare e tagliare a fette grossolane il sedano rapa, il porro e la patata.

16106731_10154917754834334_1945085407_o

  • aggiungere sale, pepe, olio e un po’ di semi di cumino che valorizzano l’aroma del sedano rapa.

16122004_10154917755589334_2252812_o

  • Mettere tutto in pentola a pressione, io ho usato la mia ormai indispensabile instant pot su cui ho impostato poi programma soup. Aggiungere 200ml di acqua o brodo.

16122193_10154917755559334_1839459738_o

  • Nel frattempo preparare le chips di cavolo nero. Lavare 2-3 foglie, eliminare il costone duro e tagliare a pezzi grossolani e irregolari.

16010249_10154917754839334_523678093_o

  • metterle in una ciotola e condirle con olio extravergine di oliva e sale. Porle non sovrapposte in una teglia che andrà 10-15 minuti in forno caldo a 180 gradi. Monitorate ovviamente perchè ogni forno è un mondo a parte. In pratica quando le vedete croccanti sono pronte. A quel punto le tirate fuori e lasciate raffreddare.

16107006_10154917755529334_1171909394_o

  • tagliate a fettine sottili 1 – 2 ravanelli che insieme alle chips e semi di zucca daranno croccantezza.

16010003_10154917755509334_523097866_o

  • A questo punto le verdure dovrebbero essere cotte. Frullatele con un frullatore a immersione e aggiungete brodo o acqua salata tiepida se ritenete che la consistenza sia troppo solida.
  • Servite nel piatto assemblando le chips, le fettine di ravanello e i semi con un filo di olio extra vergine.

16106865_10154917734879334_415645617_o

E veniamo infine al nostro protagonista: il sedano rapa.

16106969_10154912192009334_883463906_o

Lo so è brutto forte ma molto buono, di stagione e versatile. Lo potete consumare anche crudo o aggiungere a minestre o panare e friggere (sì una volta ogni tanto). Il sedano rapa ha pochissime calorie (circa 2o ogni 100 grammi), quindi ideale da introdurre in diete ipocaloriche. E’ ricco di sali minerali ed è stimolante per l’attività surrenalica quindi ideale per ipotiroidei o con tendenza al torpore mentale. Inoltre, ha proprietà  diuretiche e depurative. La parte edibile, vale a dire la radice, contiene carboidrati, proteine, grassi e tante fibre. Non è da sottovalutare l’apporto vitaminico (vitamina C, K, niacina per esempio)  e sali minerali, come ferro, potassio e manganese. Il sedano rapa può scatenare allergie a causa di alcune proteine che contiene e va consumato con attenzione da parte di soggetti in terapia anticoagulante.